Home Politica L’ultimo regalo di Draghi: Comuni sardi esclusi dai finanziamenti rigenerazione urbana

L’ultimo regalo di Draghi: Comuni sardi esclusi dai finanziamenti rigenerazione urbana

0
L’ultimo regalo di Draghi: Comuni sardi esclusi dai finanziamenti rigenerazione urbana

Il Presidente di Anci Sardegna, ha inviato una formale protesta per l’esclusione dei comuni sardi dei finanziamenti nazionali sulla rigenerazione urbana destinata ai comuni sotto i 15.000.

Si legge nella lettera inviata al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al Presidente del Consiglio Mario Draghi, alla Ministra per il Sud Mara Carfagna, al Presidente di Anci Antonio Decaro e ai parlamentari sardi che “la completa esclusione dei comuni sardi dall’elenco dei Comuni beneficiari del contributo ha destato sconcerto, delusione e indignazione.

“La Regione Sardegna – scrive Deiana – presenta un numero di comuni con popolazione inferiore ai 15.000 abitanti pari a 361 (il 97,6% del totale dei comuni sardi); di questi 350 hanno presentato istanza di finanziamento attraverso aggregazione di comuni dimostrando una straordinaria capacità progettuale e di iniziativa”.

“A fronte di tale scenario — continua il presidente di Anci Sardegna – si resta sorpresi e spiazzati nel riscontrare l’assenza del territorio regionale dall’elenco delle istanze positivamente esitate in graduatoria e presenti nell’allegato al Decreto 19 ottobre 2022; una Regione che ha un bisogno estremo, nei territori marginali, di interventi di rigenerazione urbana e umana”.

“I criteri adottati (in particolare il parametro ISVM) sono punitivi verso la Sardegna e andrebbero ribaltati da una politica seria e che tratta tutti i territori con equità e lungimiranza”, precisa Deiana.

Il Presidente di Anci Sardegna conclude chiedendo “di adottare ogni misura utile e opportuna al fine di contemplare la presenza dei progetti degli enti locali sardi, garantendo in tal modo una equa distribuzione e la necessaria rappresentanza della nostra isola tra i beneficiari”.