Home Trexenta Barrali “Assessore regionale? No grazie, ho già impegno da rispettare con cittadini”. Fausto Piga esce dai papabili

“Assessore regionale? No grazie, ho già impegno da rispettare con cittadini”. Fausto Piga esce dai papabili

0
“Assessore regionale? No grazie, ho già impegno da rispettare con cittadini”. Fausto Piga esce dai papabili

Fausto Piga si tira fuori dal totonomi che riguarda la composizione della nuova giunta regionale in vista dell’azzeramento e rimpasto annunciato dal Governatore Solinas nei giorni scorsi.
A spalancare le porte di una poltrona in Giunta Regionale a Fausto Piga sarebbe stato, nell’eventualità, il posto liberato da Gianni Lampis, fresco di elezione in parlamento e in procinto di dimettersi.


“La politica è fatta di opportunità da cogliere e treni su cui salire, ma è fatta anche di impegni presi con i cittadini da rispettare e che non possono essere disattesi solo per egoismo o scelte di comodo – dichiara Fausto Piga – meno di un anno fa i cittadini di Barrali mi hanno rinnovato la loro fiducia per l’incarico di Sindaco, credo che ora, lasciare il paese in mano ad un commissario non sarebbe rispettoso nei confronti dei Barralesi e di chi mi sta accompagnando in questa esperienza amministrativa in Municipio”

La carica di Assessore Regionale infatti, è incompatibile con la carica di Sindaco pertanto qualora Fausto Piga fosse entrato nell’esecutivo regionale si sarebbe dovuto dimettere da primo cittadino, incarico che tra l’altro da quanto emerge negli atti contabili del comune di Barrali viene svolto senza indennità. La legge inoltre, prevede che in caso di dimissioni del Sindaco, sia un commissario a occuparsi dell’ordinaria amministrazione del Comune sino alla tornata elettorale successiva.

“In questo momento, seppure onorato, non darò la mia disponibilità a svolgere un eventuale incarico di assessore regionale, l’avrei volentieri data se non fossi stato Sindaco – precisa Fausto Piga – dopotutto, sono anche convinto che in questa fase politica il mio impegno possa essere più utile e concreto nel ruolo di Consigliere Regionale, incarico che continuerò a svolgere con la solita responsabilità e disponibilità al servizio del territorio in cui vivo e della Sardegna tutta.”